Elena Berera >>


di Sherif Awad

Elena Berera


-Io nasco a Roma da una modesta e semplice famiglia. Da bambina volevo dedicarmi all'arte della bellezza volevo aprire un centro estetico e trasformare ogni difetto nel più prezioso gioiello da mostrare senza stravolgere le proprie fattezze e facevo le prove sulle mie bambole, la mia cavia preferita era la barbie potete immaginare cosa le facevo per poi renderla bella? 

-Ho seguito la mia migliore amica avevamo 15 anni lei si iscrisse a scuola di danza da Enzo Paolo Turchi e io feci lo stesso per imitazione, poi c’è da dire che sono dotata di una particolare scioltezza fisica e quindi la danza era in sintonia con me tanto che a 17 anni Enzo Paolo Turchi decise di farmi fare la mia prima esperienza lavorativa in una trasmissione in rai, venne mia mamma a Milano a firmare il mio primo contratto :)

Mi Modelli da cinema, teatro, danza, TV durante l'infanzia e l'adolescenza: Cinema: Bette Davis, Monica Vitti, Vittorio Gassman, Anna Magnani. Teatro: Gigi Proietti, Mariangela Melato, Danza: Martha Graham,Sylvie Guillem.

-Io ho imparato l’arte della danza studiando vari stili e con grandi maestri italiani dal classico all’afro danza, dal contemporaneo al jazz. Poi ho appreso l’arte della recitazione sul campo cioè recitando accanto a grandi attori come Luigi Proietti, Enrico Montesano, Alberto Sordi, Nino Manfredi, Gino Bramieri ed altri di calibro. Ho avuto il dono di una voce importante e già naturalmente impostata da soprano e così ho potuto affinare l’arte del canto studiando prevalentemente canto lirico e fare la meravigliosa esperienza dell’opera lirica  

-Bè sarei poco leale se dicessi “no non mi importa la celebrità nel mondo”, ma la mia soddisfazione è quella di essere e vivere come una Artista, camminare come una Artista, mangiare (a volte:) ) come una Artista, insomma sono e voglio essere nel magico sentiero dell’Arte così semplicemente per il piacere di "essere"

Ci sono sfide legate al genere rispetto alla professione che devi affrontare ora? -
OH! sì ce ne sono! e io essendo un instancabile guerriero mai potrei stare senza una sfida che valga la pena e il piacere di essere soddisfatta :)
Secondo te, descrivere la situazione attuale delle arti / intrattenimento / industria nel tuo paese? 


Elena Berera

-La situazione attuale dell’Arte? io penso che si stanno creando molte opportunità, sì proprio perché al momento tutto è in grande crisi e difficoltà di esprimersi, così se riesci a coltivare la tua creatività rimanendo saldo e centrato puoi creare una nicchia dove seminare i semi dell’arte intelligente e forte e aprire, forse sentieri nuovi di espressione

Come ti avvicini alle opere che ti vengono offerte?
-Con mooolta attenzione :) sono ad un punto della mia vita in cui o parlo di qualcosa di sostanzioso o meglio il silenzio così sono molto attenta a ciò che mi offrono e a ciò che io stessa offro.
Come fai l'equilibrio tra la tua vita privata e la tua pratica professionale? -

Per me l’equilibrio, quello che io conosco e che pratico, è quello in movimento quello che non mi permette di cristallizzarsi in nessun ruolo, quello che non mi permette di incarnarsi in nessuna maschera, l’equilibrio che mi permette di vivere gli istanti e non le forme detto questo ti rispondo: “ bene magnificamente :)"

-Il mio progetto è il recital che ho scritto che parla della Donna, dei suoi sensi, dei silenzi della sua carne, degli angoli più fragili della bellezza,
 di come è capace di rimanere incastrata in una ruga per anni e perdersi il presente e tutto avviene con l’ironia e la poesia con la musica e con la danza :)
E poi un progetto che racconta la vita di una grande Artista americana alla quale la mia somiglianza è davvero forte…ma non dirò di più quando sarà il momento potrete darmi le Vostre impressioni...