Valentina Boleto

di Sherif Awad

Valentina Boleto

-Sono Toscana nata a Siena ma cresciuta a Grosseto nella mia amata maremma. Figlia unica ho trascorso la mia infanzia circondata dall’amore della mia famiglia a cui sono molto legata. Mio padre e mia madre vivono ancora in Toscana quando posso lascio Roma dove principalmente vivo e li raggiungo oppure quando non posso vengono loro a trovarmi. Siamo una famiglia molto unita quindi cerchiamo di conciliare gli impegni in modo da vederci spesso, ma quando questi ci tengono lontani rimediamo con videochiamate e messaggi.

-Dopo il diploma di Liceo scientifico mi iscrivo a Ingegneria Civile e mi trasferisco a Firenze, ma avevo appena perso mia nonna, altro punto fondamentale della mia vita, e probabilmente presa dallo sconforto ho fatto una scelta più “giusta” per gli altri che per me …sapevo bene che volevo fare altro e che la mia strada era la recitazione ….sentivo l’urgenza di approcciarmi a questo nuovo mondo, così a metà anno decido di lasciare Firenze e mi trasferisco a Roma.

-Inizio così un percorso di studi in scuole di recitazione, seguo moltissimi seminari e capisco sempre di più che questo amore incondizionato per la recitazione me lo sarei portato dentro per tutta la vita…. Inizia un percorso difficile, pieno di ostacoli, tante porte in faccia, tanti pianti e tanti sacrifici  ma con la voglia di andare avanti sempre e non mollare……ogni volta che cadevo trovavo sempre la forza di rialzarmi.

-Sono un’ex ginnasta…ho praticato ginnastica artistica a livello agonistico per anni sicuramente ringrazio la mia famiglia perché è anche grazie a questo sport che mi sono formata il carattere tosto, la voglia di combattere per raggiungere i miei obiettivi e la capacità organizzativa che mi porto tutt’oggi nella mia quotidianità.

-Sono tanti gli attori o attrici a cui mi ispiro…in assoluto Anna Magnani, Mariangela Melato e Monica Vitti. Attrici di oggi Margherita Buy. Cerco di rubare il più possibile da attori che amo, ma anche da persone comuni nella vita di tutti i giorni è questo il bello di questo lavoro che te lo porti dietro ovunque e non smetti mai d'imparare... Non si arriva mai, ogni traguardo è il punto di partenza per nuove sfide e superare  nuovi limiti.

-E’ importantissimo studiare, avere una buona conoscenza degli strumenti che ti permettono di esplorare i personaggi e le storie che devi raccontare… Altra scuola importante è il set , rubare il più possibile da chi ne sa più di te... E come mi diceva un mio insegnante di accademia è fare esperienze, tante esperienze di vita che ti porterà a essere un attore migliore... Una volta acquisite le basi il mondo è la scuola migliore da cui puoi trarre infiniti insegnamenti…. Fai tesoro delle emozioni che vivi e portale con te nei tuoi personaggi.

-la celebrità per me non ha valore è una conseguenza di un lavoro ben svolto o forse no, ci sono milioni di bravi attori sconosciuti …..essere felici e soddisfatti del lavoro che stiamo facendo è molto più gratificante… lavorare sapendo che ciò che si fa è ciò che esattamente si vorrebbe fare è appagante ….. tutto il resto se viene è un contorno…allo stesso tempo lo sappiamo bene che più un nome gira e più si aprono strade lavorative ed opportunità quindi vista sotto questo punto di vista può diventare rilevante…. chi non vorrebbe nuove sfide da affrontare e nuove opportunità?! Come dicevo prima ogni piccolo passo ci spinge a fare di meglio e a chiedere di più a noi stessi…non sarà sempre in discesa ma non sarà mai sempre in salita quindi nei momenti di quiete come li chiamo io ci si deve lasciare stupire sempre e lavorare su noi stessi per farci trovare pronti quando l’occasione busserà.

-Siamo nel pieno di una crisi, siamo stati colpiti dal Covid-19 come tutto il mondo quindi la situazione attuale è molto complicata stiamo vivendo un momento unico e terribile penso che vedremo le conseguenze a lungo sia nella vita privata di ognuno sia nel lavoro. Adesso l’Italia è ferma non sarà facile ripartire in ogni settore, quindi sarà dura anche per il cinema, la tv o il teatro, ma voglio essere fiduciosa e positiva. Cerchiamo di fare tesoro di quello che stiamo vivendo, cerchiamo di vedere il lato positivo di questo disastro, vediamo per esempio questo momento come un’opportunità di essere migliori in un futuro imminente, resettiamoci e ricarichiamoci.  Ripartiamo più forti di prima con idee più coraggiose.

-Quando mi avvicino ai miei lavori lascio andare prima l’istinto e allontano censure emotive. Ogni progetto merita un approccio vero, sincero e rispettoso sia per il rispetto della storia sia per chi le ha dato vita. Mi lascio consigliare, ascolto pareri ma sono io che  scelgo…seguendo l’istinto e le emozioni che mi suscita.

-Ho un fidanzato che fa un lavoro altrettanto complicato è un ingegnere che progetta pozzi petroliferi quindi spesso lavora sulle piattaforme stando via per mesi …. forse è questo che ci rende forti sapere che ci siamo l’uno per l’altro nonostante la lontananza….. non è una vita facile ma sicuramente nei momenti in cui stiamo insieme c’è molto meno tempo per litigare rispetto a coppie che vivono h24 insieme e c’è più voglia di viversi…. È una vita movimentata ma bella anche per questo, ogni volta che ci vediamo è sempre un nuovo inizio.

-A chi si approccia a questo mestiere dico non sarà facile ….. si deve studiare, non si deve mollare, si deve essere pazienti, spesso questo mestiere non sarà meritocratico ma premierà la perseveranza quindi tu studia e sii paziente. Abbi tanta fame e cazzimma come diceva sempre il mio insegnante.

-Al momento sono ferma per il Covid-19 come lo è tutta Italia e tutto il mondo….. sono sola a Roma e sto cercando di passare il mio tempo vedendo questo momento come un’opportunità per lavorare su me stessa e per farmi trovare pronta quando tutto rinizierà….. mi sto ricaricando per ripartire più agguerrita di prima.